mercoledì , 15 Luglio 2020
Home > Alimentazione > La dieta dell’intestino sano
dieta intestino sano

La dieta dell’intestino sano

La dieta dell’intestino sano è un regime alimentare molto delicato e bilanciato, che promette di ottenere una pancia piatta in quattro settimane e di migliorare le funzioni intestinali in termini generali. Molte persone soffrono, infatti, di problemi legati al transito intestinale, che inducono gonfiore, crampi addominali e che portano all’accumulo di adipe. Grazie a questa dieta, elaborata dalla nutrizionista olistica Kathie Madonna Swift, è possibile regolare tante funzioni legate all’intestino e ricercare un dimagrimento sano e bilanciato nel corso del tempo.

I consigli della Swift sono raccolti nel suo volume ‘La dieta dell’intestino sano‘, un best seller che si basa sullo studio del microbioma, ovvero dei batteri che popolano il nostro intestino. È questo il punto di partenza sul quale lavorare per ottenere buoni risultati, lenire l’apparto digerente e quindi ottenere un ottimo stato di salute generale.

La dieta dell’intestino sano si basa sull’introduzione di cibi che sono amici del microbioma, giacché alimentano ceppi batterici fondamentali per la salute del sistema digerente e del colon. Fra essi si annoverano le lenticchie, la rucola, i broccoli e la zucca invernale, cibi che aiutano il proliferarsi della flora batterica positiva. La nutrizionista Swift parte infatti dal concetto che disporre di una forte flora batterica è sintomatico di buona salute e aiuta a scongiurare il pericolo che insorgano malattie autoimmuni e forme patologiche legate alla respirazione e alla debilitazione generale, come gli eczemi e l’asma.

In poche parole, la dieta dell’intestino sano si basa su dieci passi fondamentali, che si propongono salutari per la loro azione sul microbioma. Tutto inizia con l’attenzione agli zuccheri, che devono essere contenuti per limitare i rischi di cardiopatia e di malattie legate alla circolazione sanguigna. Anche i grassi vanno scelti con la massima attenzione, soprattutto quelli di origine animale, che possono infiammare e intossicare l’intestino tenue. Bando anche ai fodmap, ovvero ai cibi che contengono carboidrati come il latte, il formaggio, lo yogurt di soia e il frumento, ma anche ad alcuni frutti come le mele, le pere e ad alcune verdure come la cipolla e l’aglio, ree di provocare una forte fermentazione che porta all’accumulo di gas e al gonfiore addominale.

La regola d’oro della dieta dell’intestino sano è quella di puntare sui prebiotici, ovvero sugli alimenti che contengono fibre e che si nutrono di batteri intestinali, quali gli asparagi, l’avena, le banane, le mandorle e le verdure a foglia verde. Spazio anche ai cereali antichi, possibilmente a basso contenuto di glutine perché più digeribili, come l’amaranto, il riso selvatico, la quinoa e il grano saraceno.

La dieta dell’intestino chiede inoltre di abbandonare qualche abitudine, come il bere troppo caffè, e consiglia di impiegare come dolci il cioccolato amaro, grande toccasana, e il miele. Anche i cibi fermentati chiedono di essere assunti per contrastare efficacemente i disturbi gastrointestinali e favorire il dimagrimento. Attenzione, infine, alle abitudini, in quanto la dieta dell’intestino può risultare benefica se la qualità del sonno è eccellente e se si sceglie di perseguire una buona attività fisica come lo yoga, che rilassa l’intestino e l’intero apparato digerente, rinforzando internamente i muscoli e regalando un ottimo stato di salute a tutto l’organismo.

Trovi: La dieta dell’intestino sano in vendita su Amazon

Guarda Anche

calimenti con vitamina d

Vitamina D, alimenti per integrarla

Come fare scorta di vitamina D? È fondamentale avere buoni valori di questa vitamina perché contribuisce al benessere delle nostre ossa e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *