venerdì , 14 settembre 2018
Home > Diete > Dieta Dukan 7 giorni: benefici e controindicazioni
dieta dukan 7 giorni

Dieta Dukan 7 giorni: benefici e controindicazioni

La dieta Dukan 7 giorni è una rivisitazione della prima versione della dieta ideata dall’ex nutrizionista francese Pierre Dukan. Ecco perché seguirla e che cosa sapere.

La dieta Dukan per l’appunto, una versione più dolce e leggera, con l’introduzione di pietanze ed alimenti che erano assolutamente vietati nella sua prima stesura. Questo tipo di regime alimentare, ideato da Pierre Dukan, si è mostrato particolarmente efficace sia per gli uomini che per le donne e si tratta di una dieta che va incontro alle esigenze di chi non ha troppo tempo da dedicare alla cucina a causa degli impegni famigliari o lavorativi dai quali è completamente assorbito. Seguendo la dieta dukan 7 giorni è possibile raggiungere un dimagrimento pressoché veloce e sembra la soluzione più giusta per rimettersi in forma, ad esempio, in vista della prova costume o comunque è particolarmente indicata a chi ha bisogno di perdere solo pochi chili. Tuttavia non è esenta da controindicazioni. Leggiamone di più.

La dieta Dukan 7 giorni: le tre fasi

La dieta Dukan consta di tre fasi. La prima è dimagrante e dura quattro giorni; la seconda, invece, è una fase intermedia, di transizione, mentre la terza ( che riguarda il sabato e la domenica) è una fase durante la quale il soggetto potrebbe aumentare di peso. Cerchiamo di capire nei dettagli giorno, dopo giorno, quali alimenti prediligere durante la dieta Dukan 7 giorni. Tali cibi andranno introdotti gradualmente: si va dalla carne/ pesce all’introduzione della verdura, della frutta, di pane integrale, di formaggio, di amido e di un piatto a scelta o a pranzo oppure a cena.

Dal lunedì alla domenica: gli alimenti e i cibi da introdurre con gradualità nella dieta Dukan

Il lunedì il soggetto dovrà consumare solo ed esclusivamente proteine di origine animale, dalla carne al pesce. E’ concesso: manzo, cavallo, pollo, bistecche di soia, pollo, crostacei, molluschi e uova, ad esempio. Il martedì, invece, è possibile introdurre verdure, da mangiare crude ed in maniera illimitata. Passiamo al mercoledì. E’ possibile introdurre un frutto, a patto che non sia banana, frutta secca , succhi di frutta o frutta sciroppata. Il giovedì, invece, il soggetto andrà ad introdurre nel regime dietetico, 40-50 grammi di pane integrale, abbinandolo alla carne o al pesce concessi, alla verdure ed alla frutta. Passiamo al venerdì. Il soggetto può introdurre il formaggio, una porzione di 40 grammi che potrà essere cremoso, a pasta dura, come il parmigiano oppure fresco. Il sabato e la domenica, invece, la dieta Dukan 7 giorni, prevede l’introduzione, rispettivamente di un pasto a base di amido (lenticchie, puré di patate, mais in chicchi, riso integrale) e di un piatto libero o a pranzo oppure a cena. Tutti i giorni è concesso un cucchiaio e mezzo di chicchi di avena e bisogna camminare per almeno 20 minuti al giorno e bere thè verde al peperoncino per attivare il metabolismo.

Perché la Dieta Dukan? Quali sono i rischi e le controindicazioni?

E’ un regime dietetico molto facile da seguire e non comporta particolari rinunce ed è adatto a chi non ha molto tempo da dedicare ai fornelli e vuole perdere chili in poco tempo oppure ha pochi chili in eccesso. Rientra tra quelle che possono essere definite diete lampo. Spesso criticata da dietologi e nutrizionisti (in quanto mancherebbe di fondamento scientifico), a scanso delle critiche, la Dukan sembra essere quella maggiormente seguita anche dalle celebrities internazionali. La dieta Dukan 7 giorni è una rivisitazione del primo regime dietetico sperimentato dall’ex nutrizionista Pierre Dukan che ha introdotto alimenti che nella versione classica erano assolutamente banditi e che consente di perdere dai 700 agli 800 grammi a settimana.

Tuttavia è bene non seguire la dieta Dukan durante gravidanza e allattamento, in menopausa e inoltre, potrebbero verificarsi diverse problematiche, quali stanchezza, stitichezza, alitosi, bocca asciutta, diarrea, nausea e mal di testa o in alcuni casi assenza del ciclo mestruale. E’ bene, dunque, non protrarla per periodi troppo lunghi. Infine una dieta ricca di proteine e povera di carboidrati potrebbe favorire l’insorgere del diabete ed aggravare problemi ai reni già esistenti o ancora portare a carenze nutrizionali.

Guarda Anche

dieta 22 giorni

La dieta dei 22 giorni

La dieta dei 22 giorni è un regime dietetico moderno che propone non solo di perdere peso ma anche di purificarsi e disintossicarsi mangiando in modo sano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *