mercoledì , 15 Luglio 2020
Home > Diete > La dieta del minestrone
dieta del minestrone

La dieta del minestrone

Quando si cerca di perdere peso in maniera rapida, la prima cosa che si fa è di cercare online le varie diete. Chi è in lotta con i chili di troppo si sarà indubbiamente trovato dinanzi alla famosissima dieta del minestrone, di cui tanto si parla in giro per il web e non solo. Ma di cosa si tratta e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa dieta?

Partiamo con l’analizzare in cosa consiste. Come suggerisce il nome, si tratta di una dieta che considera come alimento cardine il minestrone.

In buona sostanza, stiamo parlando di una dieta che promette di perdere nel giro di pochi giorni anche 5-6 kg. Leggendo quello che si trova in rete in merito a questa dieta del minestrone, la durata consigliata è di circa una settimana, da prolungare in base agli obiettivi che si vogliono ottenere.

Quali sarebbero i benefici della dieta del minestrone?

Innanzitutto, oltre a perdere peso, questa dieta a base di minestrone dovrebbe aiutare il corpo a disintossicarsi e questo è un bene, perché in questo modo si andrebbe a ripristinare il giusto equilibrio di zuccheri e grassi nel sangue che, se c’è sovrappeso, potrebbero essere in eccesso.

Insomma, possiamo dire che in un epoca in cui si parla tanto di detox, la dieta del minestrone può essere un ottimo modo per perdere peso e depurarsi. In buona sostanza si tratta di una dieta in cui il minestrone, preparato ovviamente con ricette light, viene alternato a frutta di vario tipo, the e altre bevande drenanti.

In questa, come in tutte le diete, l’apporto della giusta quantità di acqua è molto importante. I giorni cruciali di questa dieta sono i primi e questo vale per tutte le diete. Nei primi giorni si fa più fatica a fare a meno di tutto quello che si era abituati a mangiare prima, specie nel caso in cui ci si deve limitare a mangiare pochissimi alimenti come in questo caso. Tuttavia, c’è da sottolinearlo, i primi giorni di una dieta sono anche quelli che non solo fanno perdere più peso, ma che aiutano il corpo a depurarsi.

Per quel che concerne la dieta del minestrone, i primi giorni sono quelli in cui si deve cercare di mantenere un regime il più rigido possibile. A colazione sono concessi caffè o the e delle mele e pere come frutta (si può anche variare, escludendo, però uva e banane). Sia a pranzo che a cena sono previsti un minestrone e un frutto e nel corso della giornata del succo di frutta non zuccherato.

Con il passare dei giorni si può integrare, assieme al minestrone, della verdura e degli ortaggi: sono consigliate bietole, cicorie, broccoli, melanzane, peperoni, patate rigorosamente lesse, funghi. A partire dal terzo giorno si possono inserire 2 cucchiaini di olio extra vergine d’oliva. Dal quarto giorno in poi si può inserire il latte, che può essere usato per i frullati di frutta e qualche latticino, così come il pesce. Cercando in internet si possono trovare delle tabelle dettagliate sui vari menù e le varie combinazioni.

Si tratta, come si vede, di una dieta che esclude in tutto e per tutto la carne e che serve, come abbiamo detto, in primis per depurare l’organismo.

Quali sono i contro della dieta del minestrone?

Come ogni dieta, si consiglia di parlarne prima con il medico, per chiedere un’opinione in merito. Tuttavia, si consiglia di non continuare questa dieta del minestrone per più di 7 giorni e di stare attenti alla fase di mantenimento per evitare di riprendere i chili persi con sacrificio.

Per saperne di più: www.ladietadelminestrone.it

Guarda Anche

dieta dukan 7 giorni

Dieta Dukan 7 giorni: benefici e controindicazioni

La dieta Dukan 7 giorni è una rivisitazione della dieta ideata dall'ex nutrizionista francese Pierre Dukan. Ecco perché seguirla e che cosa sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *