sabato , 28 Marzo 2020
Home > Diete > La dieta mitocondriale
dieta mitocondriale

La dieta mitocondriale

Nel panorama delle diete attuali, la mitocondriale si presenta come una delle più particolari e alternative. Questo regime alimentare viene anche chiamato Nutristyle ed è stato elaborato a Bologna in collaborazione con il gruppo Mare Termale. Il gruppo raccoglie ben cinque centri benessere dislocati in regione e si propone di offrire un benessere e una salute a 360 gradi ai suoi clienti.

La dieta mitocondriale affronta, quindi, il rapporto con gli alimenti da un punto di vista diverso, ovvero salta il classico approccio con le calorie e si impegna a valutare quale sia il cibo più adatto per favorire l’attività dei mitocondri. Ma cosa sono i mitocondri? Per chi non è ferrato in medicina, i mitocondri sono degli organuli che risiedono nelle cellule del nostro corpo e che hanno lo scopo di produrre energia.

La dieta si propone di rendere energetico il mitocondrio e, per attuare questo processo, l’attenzione viene spostata dalle calorie introdotte agli oligonutrienti, ovvero ai nutrienti che sono in grado di fare funzionare al meglio queste sezioni del nostro corpo.

La dieta è stata elaborata da un’equipe medica capitanata dal Dottore nutrizionista Antonio Monti ed è particolarmente dedicata alle persone colpite da diabete, da problemi del sistema sanguigno e cardiovascolare. Nell’ottica di una nutrizione attiva, la dieta mitocondriale aiuterebbe inoltre a prevenire in modo efficace la nascita di queste patologie.

I concetti sui quali si basa questo regime sono molto speciali, in quanto l’equipe medica si è soffermata ad analizzare i metodi di assorbimento degli oligoelementi, ovvero dei sali minerali e dei nutrienti attivi da parte dell’organismo. Solo operando perché avvenga una corretta assimilazione di queste sostanze il corpo può godere di buona salute e quindi mantenere il giusto peso corporeo.

A detta dei medici coinvolti, risulta inutile concentrarsi su grassi, carboidrati o calorie, quando i nutrienti e i sali introdotti non vengono assimilati correttamente dal corpo e quindi non si combinano nel modo ideale per sviluppare energia e per generare le funzioni vitali.

L’approccio di questa dieta è quindi completamente diverso, innovativo e probabilmente molto intelligente. La dieta si basa sull’assunzione combinata dei 22 oligonutrienti fondamentali che costituiscono la vita, la salute e anche la malattia dell’organismo. Il cibo viene pensato come una sorta di ‘messaggero’ che agisce positivamente sui mitocondri.

Al fine del dimagrimento, la dieta si propone di studiare e di valutare il ciclo di Krebs, ovvero il comportamento dei mitocondri nel bruciare i grassi in eccesso e quindi opera con un’alimentazione speciale e con l’aiuto di pratiche che mirano ad aumentare questo processo, soprattutto attraverso l’innalzamento della temperatura corporea. La termogenesi viene attuata in due modi, con la exercise medicine e con l’idrotermoterapia.

La exercise medicine si basa sul fitness in acqua, che permette di agire sulla muscolatura e sul medical fitness – allo scopo di attivare la circolazione sanguigna dei mitocondri. Innalzando il calore dei mitocondri e quindi aumentando la velocità del metabolismo, il processo di dimagrimento si attua in modo veloce e preciso.

L’idrotermoterapia si propone lo stesso scopo, il quale viene raggiunto attraverso bagni caldi termali, saune e bagni di vapore. Questi processi innalzano la temperatura corporea e aiutano il dimagrimento, e si occupano di donare benessere e relax a tutto il corpo.

Guarda Anche

dieta dukan 7 giorni

Dieta Dukan 7 giorni: benefici e controindicazioni

La dieta Dukan 7 giorni è una rivisitazione della dieta ideata dall'ex nutrizionista francese Pierre Dukan. Ecco perché seguirla e che cosa sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *