martedì , 22 Ottobre 2019
Home > Diete > La dieta contro il raffreddore
dieta anti raffreddore

La dieta contro il raffreddore

L’alimentazione è una medicina naturale, in quanto può curare l’insorgenza di alcune patologie attraverso la scelta di cibi mirati. Ciò avviene soprattutto nel periodo invernale, quando possono insorgere problemi stagionali come il raffreddore e le influenze.

In questi casi, la scelta di seguire una dieta mirata può fortificare l’organismo, grazie all’introduzione di cibi che sanno elevare l’apporto vitaminico e sviluppare positivi anticorpi. Si tratta di una scelta intelligente quanto antica nella sua pratica, in quanto dalla notte dei tempi le persone attuano questo tipo di prevenzione attraverso l’alimentazione.

In particolare, esiste una dieta che può aiutare a scongiurare la comparsa di raffreddori durante il periodo invernale. Vediamo assieme quali sono i cibi ‘chiave’ di questa dieta e come può comporsi per offrire protezione e fortificare le difese immunitarie.

Innanzitutto è importante assumere alimenti che contengano vitamina C, un principio che rende forti le difese immunitarie e che si occupa di agire positivamente sulle vie aeree. Arance, mandarini, kiwi sono i frutti disponibili in questa stagione ottimi, freschi e ricchissimi di questa vitamina. Anche le bacche possono aiutare in questo verso, soprattutto quelle di Goji e i frutti rossi che offrono preziosi antiossidanti all’organismo. Al mattino è quindi ideale assumere una spremuta di agrumi, mangiare un gustoso kiwi e una tazza di yogurt arricchita con bacche e frutti di bosco, per iniziare fin dalle prime ore ad attuare una benefica prevenzione contro il raffreddore.

Alcuni cibi attuano un’azione espettorante e fluidificante del muco. Si tratta, in particolare, delle crucifere come le verze, i cavoli e i cavolini, che in questo periodo sono freschi e abbondanti. Una buona porzione di questi vegetali aiuta quindi ad espettorare il muco e a salvaguardare la vitalità delle vie aeree basse. La stessa azione espettorante può essere eseguita variando la frequenza dei pasti.

Se il raffreddore è già in corso, si può cercare di rendere più semplice la digestione aumentando la frequenza dei pasti, quindi attuandone circa 5-6 durante la giornata al posto dei classici 3. In questo modo la digestione rimane attiva, il metabolismo si velocizza e il corpo può mettere in atto le difese immunitarie con più semplicità.

Anche i latticini e lo yogurt possono aiutare a combattere il raffreddore, grazie all’introduzione di probiotici che fortificano la flora intestinale. Assumere questi alimenti apporta inoltre una buona quantità di vitamina A che stimola la produzione delle difese immunitarie. Non si tratta di mangiare molto formaggio, ma di assumere latticini magri magari durante il pranzo, accompagnandoli con verdura fresca che regala vitamine in abbondanza.

Non da ultima, la dieta contro il raffreddore prevede l’assunzione di certi alimenti chiave, come il miele. Il miele è un dolcificante naturale ed emolliente delle prime vie respiratorie come la gola e la laringe. Se assunto alla sera, il miele aiuta a liberare il naso e rende più semplice la fluidificazione del muco. Il suo contenuto di sali minerali va inoltre ad agire in modo positivo sulla digestione e aumenta le difese immunitarie, per cui un cucchiaino di miele alla sera è sempre consigliato, per una prevenzione dolce quanto naturale.

Guarda Anche

dieta dukan 7 giorni

Dieta Dukan 7 giorni: benefici e controindicazioni

La dieta Dukan 7 giorni è una rivisitazione della dieta ideata dall'ex nutrizionista francese Pierre Dukan. Ecco perché seguirla e che cosa sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *