martedì , 21 Gennaio 2020
Home > Diete > La dieta del gelato funziona?
dieta del gelato

La dieta del gelato funziona?

Fra le molte diete alle quali possiamo ispirarci c’è la dieta del gelato, un regime alimentare un po’ speciale , che propone il consumo del gelato come un vero e proprio sostituto del pasto e delle merende pomeridiane. Molti nutrizionisti e medici dietologi non demonizzano infatti questo alimento, anzi lo elevano a utile alternativa ad altri prodotti, da sfruttare soprattutto nelle stagioni calde, quando si ricercano cibi freschi e leggeri.

Il gelato si propone come un alimento completo, poiché è ricco di proteine, di zuccheri semplici e presenta una dose di grassi abbastanza equilibrata, a patto che si tratti di una versione fresca, artigianale e mai confezionata. Il gelato è considerato come una buona fonte di calcio, grazie al latte in esso contenuto e anche di altri sali minerali preziosi come il fosforo.

È sempre preferibile scegliere il gelato alla frutta rispetto a quello a gusto crema, in quanto il gelato alla frutta viene preparato con meno zucchero e poco latte, quando addirittura senza prodotti caseari, mentre le varianti alla crema sono spesso addizionate con panna, uova e zuccheri aggiunti per renderli più gustosi e prelibati.

Un’alternativa ideale è rappresentata dai sorbetti, che utilizzano solo frutta fresca e acqua al posto del latte, quindi diminuiscono in modo importante l’apporto calorico del prodotto. Se desideriamo effettuare un conteggio delle calorie, circa 100 grammi di gelato alla frutta apportano all’organismo 130 calorie, mentre il corrispettivo gusto crema può raggiungere le 300 calorie circa, a seconda della sua composizione.

La dieta del gelato richiede un apporto di 1200-1300 calorie giornaliere e chiede di essere portata avanti per una sola settimana, giacché si presenta piuttosto parca dal punto di vista nutritivo. Questa alimentazione promette di far perdere da 3 a 5 chilogrammi in una settimana, ma tutto dipende dal metabolismo e dalla costanza di applicazione.

La colazione è fissa è chiede di consumare 125 grammi di yogurt magro con 30 grammi di cereali integrali o in alternativa quattro biscotti o quattro fette biscottate con due cucchiaini di marmellata naturale oppure miele. Tè e caffè non zuccherati possono essere consumati a piacere. Anche lo spuntino si rivela fisso e deve essere effettuato con un frutto fresco consumato a metà mattina.

La dieta del gelato alterna il consumo di gelato a pranzo o durante la merenda pomeridiana.

Si inizia il lunedì con un pranzo a base di una coppetta con 3 palline di gelato fiordilatte con 200 grammi di fragole o frutta fresca, mentre al pomeriggio va consumata una centrifuga di verdura e a cena del pesce fresco con insalata. Il secondo giorno il gelato va consumato al pomeriggio e nei pasti principali è richiesto di mangiare tanta carne magra come pollo e tacchino, pochi cereali integrali e tanto pesce fresco, il tutto accompagnato da abbondanti porzioni di verdura.

Tutti i cibi vanno conditi con olio di oliva crudo ed è importante inserire delle centrifughe di verdura fresca che purificano e depurano l’organismo. I giorni successivi prevedono che il gelato sia consumato una volta a pranzo e una volta nello spuntino pomeridiano.

A conti fatti, si tratta di una dieta povera di carboidrati, ma ricca di alimenti e anche saziante, quindi nei metabolismi veloci potrebbe aiutare a perdere qualche ‘chiletto’ e soprattutto a rendere l’organismo più tonico e reattivo.

Guarda Anche

dieta dukan 7 giorni

Dieta Dukan 7 giorni: benefici e controindicazioni

La dieta Dukan 7 giorni è una rivisitazione della dieta ideata dall'ex nutrizionista francese Pierre Dukan. Ecco perché seguirla e che cosa sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *