domenica , 20 Ottobre 2019
Home > Dimagrire > La dieta delle dieci prugne per dimagrire velocemente
dieta delle dieci prugne

La dieta delle dieci prugne per dimagrire velocemente

L’estate sta arrivando, con le sue giornate calde e il desiderio di fare tanti bei bagni di sole. Come arrivare però alla fatidica prova costume in perfetta forma? Un’idea speciale arriva dal California Prune Board, ovvero dal consorzio dei produttori di prugne della California, che ha redatto un piano nutrizionale perfetto per ritrovare la forma perduta, per disintossicare l’organismo e quindi per arrivare in ottima forma alla prova costume.

Si tratta di un regime alimentare molto leggero, chiamato la dieta delle dieci prugne, elaborato da Evelina Flachi, specialista in Scienza dell’alimentazione e Nutrizionista, Professoressa di Nutrizione per il Benessere all’Università di Milano.

Il regime dietetico prevede che ogni giorno siano consumate dieci prugne della California, quantità raccomandata dall’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), che nel 2013 ha approvato un ‘health claim’, ovvero un ‘richiamo alla salute’ nei confronti del consumo di questo speciale frutto.

La quantità di fibre raccomandata per l’assunzione giornaliera è di 25 grammi e il consumo di dieci prugne ne assicura oltre un quarto, poiché esse ne contengono 10 grammi. Tre prugne secche rappresentano una delle cinque porzioni di frutta e di verdura raccomandate nel consumo giornaliero e questi polposi frutti sono caloricamente poveri, non contengono sale né grassi, quindi possono essere inseriti di rigore in qualsiasi dieta ipocalorica.

La specialista Evelina Flachi racconta la sua dieta in modo intelligente, poiché ha dichiarato di essere contraria alle diete ‘punitive’, ovvero ai regimi alimentari che si propongono troppo restrittivi e che per questo motivo falliscono con frequenza e portano all’insorgenza di insoddisfazione e di frustrazione nelle persone che ricercano la perdita di peso.

La dieta delle dieci prugne si propone come un’alimentazione dal piano nutrizionale settimanale, che lascia due giorni di libertà durante il weekend e che quindi si rivela decisamente piacevole da seguire.

Questa dieta annovera molte ricette ‘light’, ricche di frutta e di verdura, che associano la presenza delle prugne, un alimento che può essere consumato al naturale, ma che diventa protagonista di molte ricette sia dolci sia salate.

Le prugne secche sono un alimento versatile e gustoso, particolarmente adatto a chi soffre di problemi digestivi e di stipsi. All’impiego consigliato nella dieta di inizio estate è possibile associare un consumo annuale, soprattutto nei mesi invernali quando la presenza di frutta di stagione è più scarsa.

Le prugne possono essere impiegate anche per creare la famosa acqua alle prugne, una bevanda che si prepara semplicemente mettendo in ammollo qualche prugna con acqua di notte e bevuta al mattino appena svegli. Si tratta di un toccasana per l’organismo, giacché l’acqua di prugne aiuta a lenire l’intestino, aiuta la diuresi e l’evacuazione e quindi aumenta il dimagrimento in modo naturale.

Le prugne possono, infine, essere inserite in una dieta ipocalorica al posto dei dolci, oppure essere scelte nella preparazione degli stessi in abbinamento a componenti ‘light’. Si tratta di un frutto ben tollerato dall’organismo, che può essere consumato al mattino come energetica componente della colazione, ma anche durante gli spuntini mattutini o pomeridiani, magari in abbinamento con una spremuta di frutta o con uno yogurt magro.

Il buon funzionamento dell’apparato digerente si propone, infatti, come una delle basi per la ricerca di un dimagrimento sano, naturale ed efficace.

Guarda Anche

dieta del sorriso

La dieta del sorriso

La dieta del Sorriso è un libro dedicato a chi desidera perdere peso ma non il buonumore preferendo un'alimentazione equilibrata nel pieno rispetto della salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *