venerdì , 14 dicembre 2018
Home > Dimagrire > Meglio eliminare i grassi o i carboidrati?
grassi vs carboidrati

Meglio eliminare i grassi o i carboidrati?

Ogni dieta dimagrante richiede di fare delle rinunce, in quanto molti cibi, sebbene appetitosi e ricchi di gusto, apportano molte calorie, che nelle persone sensibili si convertono in adipe localizzato. I pareri medici sono molto discordanti sotto questo aspetto, in quanto molti studiosi e creatori di piani alimentari credono che togliendo i carboidrati si possa raggiungere un dimagrimento veloce ed efficace, mentre altri puntano il dito sui grassi, a loro detta i veri responsabili dell’aumento di peso.

Togliere i carboidrati è una scelta molto rischiosa, per molteplici motivi. Le diete che richiedono di eliminare i carboidrati vengono chiamate proteiche, in quanto si propongono di sostituire i carboidrati con le proteine, per far sì che il corpo attinga ad esse per trovare l’energia sufficiente, bruciando le riserve di grasso. Il concetto è positivo, ma purtroppo nella realtà questa scelta dà vita a cambi metabolici talvolta pericolosi. I carboidrati sono infatti il nutrimento principale del cervello e del sistema nervoso, che se privati del loro ‘cibo’ non funzionano più a dovere. Ecco quindi nascere episodi problematici come la chetosi, e molto spesso un dimagrimento effimero, che viene recuperato una volta che si mangia un biscotto o un pezzetto di pane. Il fallimento di tante diete proteiche ne è la prova, al quale si aggiunge il fatto che le diete proteiche sovraccaricano gli organi interni come il fegato e i reni, con conseguenze anche gravi nei soggetti più delicati.

Altri medici nutrizionisti e persone che elaborano le diete pensano, invece, che togliere i grassi sia un buon metodo per dimagrire. Si tratta di una scelta sicuramente più intelligente rispetto a quella di eliminare i carboidrati, in quanto i grassi, soprattutto quelli animali di una certa entità, sono pericolosi non solo per l’aumento del peso, ma anche per la salute delle arterie e del sistema ematico.

Alimentarsi con una dieta leggera, che annoveri pochi alimenti grassi e che vada ad introdurre carne e pesce selezionati si rivela benefico dal punto di vista del dimagrimento, ma anche ottimale per quanto riguarda la salute generale dell’organismo. Attenzione, però, alle tipologie di grassi, in quanto ve ne sono alcune che sono altamente benefiche per l’organismo. Si tratta degli acidi grassi come l’omega 3, contenuti nei semi, nell’olio di lino e nella frutta secca, i quali si rivelano importanti per mantenere buoni livelli di colesterolo e per combattere l’ossidazione dell’organismo.

Per dimagrire, la dieta deve quindi annoverare tutti i nutrienti necessari per il buon funzionamento dell’organismo, cercando di eliminare i cibi grassi, i fritti e gli alimenti industriali. I carboidrati possono essere introdotti, ma di buona qualità, quindi scelti nelle versioni integrali, mentre i grassi da preferire sono quelli ‘buoni’, che non causano elevati apporti calorici ma permettono di proteggere il corpo dai danni dell’ossidazione.

Bilanciando l’alimentazione in questo modo il dimagrimento può essere sicuramente più lento, ma si rivela sano e positivo. Il corpo mantiene, infatti, attive tutte le sue funzioni vitali e non risulta impoverito. Il risultato è una perdita di peso benefica e graduale, oltre ad un umore positivo che permette di rendere la dieta più sana e piacevole nella sua esecuzione.

Guarda Anche

dieta del sorriso

La dieta del sorriso

La dieta del Sorriso è un libro dedicato a chi desidera perdere peso ma non il buonumore preferendo un'alimentazione equilibrata nel pieno rispetto della salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *