sabato , 21 aprile 2018
Home > Salute > La dieta contro il tumore alla prostata
dieta anti tumore

La dieta contro il tumore alla prostata

La nutraceutica è una branca dell’alimentazione che propone cibi curativi, o per lo meno utili per scongiurare la comparsa di patologie anche gravi.

Alcuni esperti statunitensi che lavorano al sito Urotoday hanno elencato i cibi che possono aiutare a prevenire il tumore alla prostata, una patologia molto grave che interessa milioni di persone in tutto il mondo. Si tratta di una dieta contro il tumore che annovera degli alimenti specifici, acclamati per le loro virtù e per il loro potere sfiammante e decongestionante. Vediamo assieme quali sono le caratteristiche di questa dieta e gli alimenti che la compongono.

Di base, la dieta contro il tumore alla prostata chiede che siano presenti nell’alimentazione alimenti antinfiammatori e anti radicali liberi come il tè verde e la soia. Dal punto di vista della nutraceutica, questi cibi e bevande sono fonti importanti di nutrienti benefici, di vitamina D, E, di selenio e di licopene. Queste sostanze aiutano a fortificare il corpo, anche in previsione della terapia di sorveglianza attiva. Si tratta della pratica di non eliminare direttamente il tumore in sede chirurgica per non sottoporre il paziente a seri effetti post intervento, ma di tenerlo costantemente monitorato al fine di aggredire il tumore appena diventa più pericoloso.

La dieta contro il tumore alla prostata non deve mancare di agenti antiossidanti, come i polifenoli che sono contenuti nel tè verde, il resveratrolo del vino e il licopene dei pomodori e della salsa di pomodoro. Le virtù antiossidanti di questi alimenti sono infatti studiate e ben conosciute, quindi ritenute positive dalla comunità medico-scientifica internazionale. I medici consigliano inoltre di includere nella dieta quotidiana sali minerali importanti come lo zinco e il selenio, la vitamina D e gli omega 3. La dieta contro il tumore alla prostata deve quindi essere nutriente ma leggera, deve preferire l’apporto di pesce che contiene acidi grassi ‘buoni’ e tante verdure che danno il giusto contributo di vitamine e di sali minerali durante la giornata.

Per evitare il tumore della prostata è quindi importante seguire un’alimentazione buona, sana, varia e misurata. Ciò significa che non bisogna mai eccedere con i grassi o con i carichi proteici e includere nell’alimentazione quotidiana le famose porzioni di frutta e di verdura. Una dieta idratante e riposante aiuta infatti l’organismo a svolgere le sue funzioni vitali ed evita la formazione di infiammazioni che possono portare alla comparsa delle sindromi tumorali.

La dieta mediterranea può essere inserita in questo piano? Essa ne è la base, vista anche la richiesta di consumare pomodori, frutta e verdura, carne magra e pesce. La dieta mediterranea può inoltre essere integrata con ingredienti dall’alto potere antiossidante come il tè verde, ma anche da cibi che contengono omega 3 come la frutta secca, il pesce di fiume e i semi oleosi, in primis i semi di lino.

La prevenzione deve inoltre cominciare in giovane età, perché i tumori alla prostata non colpiscono solamente le persone anziane o in età adulta, ma anche molti giovani. La sana alimentazione deve quindi essere condotta in ogni fase della vita delle persone e diventare più completa e mirata in età adulta.

Guarda Anche

fermenti lattici

L’efficacia dei fermenti lattici

Per il benessere dell'intestino è fondamentale osservare una dieta ricca di fibre, cercando di limitare per quanto possibile cibi grassi ed elaborati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *