mercoledì , 15 Luglio 2020
Home > Salute > La dieta mediterranea, alleata della salute, sta scomparendo
dieta mediterranea salute

La dieta mediterranea, alleata della salute, sta scomparendo

Stando alle statistiche dell’OCSE, solo 1 italiano su 10 è sovrappeso o obeso, un dato che si rivela come uno dei tassi più bassi d’Europa. Ma per i bambini, il tasso è di 1 su 3, ovvero uno dei più alti tra i paesi OCSE.

Cosa sta quindi cambiando nel regime alimentare italiano? La dieta mediterranea, bandiera della salute e regime alimentare base del nostro paese, sta lentamente cedendo il passo a regimi diversi, spesso ‘fast’ e ispirati da modelli che di salubre hanno poco o nulla?

La dieta mediterranea è da sempre concepita come il migliore modello alimentare esistente al mondo, assieme ad altri rari casi di diete salubri, dislocate in paesi esotici, dove l’abbondanza di frutta e verdura porta le persone a fare un pieno quotidiano di vitamine e di sali minerali.

La composizione della dieta mediterranea, tanti vegetali, carni e pesci magri e condimenti a crudo basati sull’uso di olio di oliva, sta scomparendo lentamente dalle tavole, non al 100%, ma in misura proporzionale.

La proporzione interessa l’introduzione di diete alternative che, per ragioni di tempo e di comodità, stanno prevalendo nelle abitudini alimentari. Tra le tante contaminazioni si presenta problematica l’ispirazione occidentale che si basa sul consumo di cibi da fast food, come gli hamburger e le patatine, il consumo dei bastoncini panati di pesce della grande distribuzione e la pratica di mangiare quintali di merendine durante la merenda mattutina e pomeridiana. Il risultato? Bambini obesi e la perdita di un ‘gusto’ che dovrebbe essere naturalmente insito nei piccoli.

La sbagliata educazione alimentare dei bambini può condurre alla scomparsa della dieta mediterranea, in quanto gli ingredienti base stanno per essere sostituiti con surrogati industriali che generano un’educazione al gusto sbagliata, uguale in tutti i paesi del mondo e che niente ha a che vedere con la regionalità dei nostri prodotti e con la bontà delle merende fresche.

Al panino con prosciutto e olive vengono, infatti, preferite merendine e yogurt pieni di zuccheri, perché il tempo è poco, perché il bambino ce lo chiede. Questa pratica rischia quindi di minare la salute in generale dei bambini, introducendo i finora sconosciuti episodi di obesità e non aiutando a tramandare ai posteri i concetti di dieta salutare di cui siamo portabandiera nel mondo.

Si tratta di un incredibile controsenso, in quanto la dieta occidentale, tanto deprecata, sta scalzando con estrema facilità la buona dieta mediterranea. La ragione può essere ricercata in una pluralità di fattori, dalla frenesia dei tempi di ogni giorno, la quale non lascia tempo alle famiglie di ricercare prodotti sani e quindi si affida i confezionati, fino alla scarsa voglia di portare avanti le sane tradizioni di un tempo.

Se pensiamo a tutte le famiglie occidentali che pagherebbero ‘oro’ per poter mangiare ogni giorno prodotti buoni e saporiti come i nostri, non possiamo che esternare un amaro sorriso, in quanto è nostro dovere difendere la dieta mediterranea, per la salute dei nostri figli, per il nostro benessere e perché questo regime alimentare così sano e intelligente non scompaia dalle nostre tavole.

Guarda Anche

bifidus actiregularis

Intestino, la funzione dei fermenti lattici vivi

Il consumo di alimenti contenenti fermenti lattici è ormai entrato nelle abitudini quotidiane. Lo yogurt è fra i prodotti più in voga. Scopriamo di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *