domenica , 15 Settembre 2019
Home > Salute > La dieta senza glutine
dieta senza glutine

La dieta senza glutine

Da Miley Cyrus a Victoria Beckham, da Gwyneth Paltrow a Rachel Weisz, molte sono le donne dello spettacolo che seguono una dieta senza glutine e, come spesso accade, i comportamenti delle persone famose ‘contagiano’ un bacino di consumatori che ne sono attratti.

In questo caso si tratta di un aspetto un po’ controverso, poiché è importante capire cos’è il glutine e perché molte persone sono costrette a non mangiarlo.

Il glutine è una proteina che si trova principalmente nel frumento, ma anche in molti cereali come ad esempio l’orzo e il kamut. Questa proteina è responsabile di forti intolleranze e allergie in persone sensibili e la manifestazione di queste problematiche viene chiamata celiachia.

In questi ultimi anni la celiachia si è diffusa in modo incredibile, tanto che le ragioni si stanno ricercando nella modificazione genetica degli alimenti, nell’uso incontrollato dei pesticidi e anche nelle diete spesso scorrette seguite dai genitori. La causa della celiachia non è accertata ma la sua diffusione è davvero intensa.

Ecco che per aiutare queste persone a poter contare su un’alimentazione corretta sono nate linee di prodotti gluten free, ovvero privi di glutine, disponibili in farmacia ma anche nei banchi dei supermercati.

Mangiare senza glutine non significa, però, dimagrire e molti nutrizionisti sono concordi su questo aspetto. Il glutine, quindi le farine che lo contengono, vengono semplicemente sostituite con farine alternative, che quindi apportano ugualmente una buona dose di carboidrati all’organismo.

Partendo dal presupposto che i carboidrati sono fondamentali per la salute dell’organismo, le persone che scelgono di mangiare senza glutine pur non essendo celiache potrebbero ottenere un effetto nullo, giacché stanno inserendo carboidrati nella loro dieta.

Molte volte le persone pensano che le merendine gluten free siano meno caloriche delle merendine normali, ma ciò non è assolutamente vero, perché si tratta solamente di un impasto diverso nella sua composizione.

Ecco che la dieta senza glutine può rivelarsi dimagrante se annovera prodotti salubri come la frutta, la verdura, i legumi e le proteine leggere, ma in nessun caso se si assumono prodotti da forno in continuazione.

Attenzione inoltre alla qualità, perché gluten free non fa rima con buono o sano. Molte aziende inseriscono sali, conservanti e zuccheri nei loro prodotti confezionati, quindi è sempre fondamentale leggere con attenzione l’etichetta prima di attuare ogni acquisto.

In ogni caso i punti a favore di una dieta gluten free possono essere ricercati nella possibilità di dar vita ad un’alimentazione attenta, dove le farine vengono ricercate di tipologia integrale e quindi più digeribili per l’organismo.

Il punto a sfavore va invece ricercato nel fatto che molti prodotti senza glutine sono identici dal punto di vista nutrizionale ai canonici prodotti da forno con glutine e quindi richiedono un’attenzione particolare nell’acquisto.

Questi prodotti si rivelano anche molto costosi, quindi sarebbe preferibile prestare attenzione a questo aspetto e impiegare queste risorse economiche nell’acquisto di vegetali freschi a filiera corta, di carne e pesce magri di alta qualità e di prodotti da forno sempre freschi, possibilmente realizzati con farine integrali.

Guarda Anche

bifidus actiregularis

Intestino, la funzione dei fermenti lattici vivi

Il consumo di alimenti contenenti fermenti lattici è ormai entrato nelle abitudini quotidiane. Lo yogurt è fra i prodotti più in voga. Scopriamo di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *