lunedì , 22 Luglio 2019
Home > Salute > Mal di Schiena, Cause e Possibili Soluzioni
correttore posturale mal di schiena
correttore posturale mal di schiena

Mal di Schiena, Cause e Possibili Soluzioni

Il mal di schiena è male comune, che deriva da diverse cause e per il quale possono essere adottate specifiche cure mediche. Può essere scomodo e debilitante e derivare da lesioni, attività e alcune condizioni mediche. Ecco alcune possibili soluzioni per combattere il dolore alla schiena e lombi!

Il mal di schiena può colpire persone di ogni età, per ragioni differenti. Man mano che le persone invecchiano, aumenta la possibilità di sviluppare dolore lombare, a causa di fattori come l’occupazione precedente e la malattia degenerativa del disco.

La lombalgia può essere collegata alla colonna lombare ossea, i dischi tra le vertebre, i legamenti intorno alla colonna vertebrale e ai dischi, ma anche al midollo spinale e ai nervi, ai muscoli lombari, agli organi interni addominali e pelvici e la pelle presente intorno all’area lombare.

Il dolore nella parte superiore della schiena può essere dovuto a disturbi dell’aorta, tumori al torace e infiammazione della colonna vertebrale.

Le cause del Mal di Schiena!

Problemi alla colonna vertebrale come l’osteoporosi possono causare mal di schiena. Il dorso umano è composto da una complessa struttura di muscoli, legamenti, tendini, dischi e ossa, che lavorano insieme per sostenere il corpo e permetterci di muoverci.

I segmenti della colonna vertebrale sono imbottiti da dischi. I disturbi con uno qualsiasi di questi componenti possono causare mal di schiena, di cui non è sempre perfettamente spiegata la causa. I danni possono derivare da sforzi, condizioni mediche e postura scorretta, ad esempio.

Sforzo

Il mal di schiena spesso deriva da tensione o lesioni. Le cause frequenti del mal di schiena sono:

  • muscoli o legamenti tesi
  • uno spasmo muscolare
  • tensione muscolare
  • dischi danneggiati
  • lesioni, fratture o cadute.

Le attività che possono indurre a spasmi includono:

  • sollevamento di qualcosa in modo improprio
  • sollevare qualcosa che è troppo pesante
  • effettuare un movimento brusco.

Problemi strutturali

Anche un certo numero di problemi strutturali può anche provocare mal di schiena.

  • Dischi rotti: ogni vertebra nella colonna vertebrale è ammortizzata dai dischi. Se il disco si rompe ci sarà più pressione su un nervo, con conseguente dolore alla schiena;
  • Dischi gonfi: quasi allo stesso modo dei dischi rotti, un disco rigonfio può causare una maggiore pressione su un nervo.
  • Sciatica: un dolore acuto e lancinante viaggia attraverso il gluteo e lungo la parte posteriore della gamba, causata da un disco sporgente o erniato che preme su un nervo.
  • Artrite: l’osteoartrosi può causare problemi alle articolazioni nei fianchi, nella zona lombare e in altri punti. In alcuni casi, lo spazio intorno al midollo spinale si restringe. Questa è noto come stenosi spinale.
  • Curvatura anormale della colonna vertebrale: se la colonna vertebrale si curva in modo insolito, può verificarsi un mal di schiena. Un esempio è la scoliosi, in cui la colonna vertebrale si curva di lato.
  • Osteoporosi: le ossa, comprese le vertebre della colonna vertebrale, diventano fragili e porose, rendendo più probabili le fratture da compressione.
  • Problemi renali: calcoli o infezioni renali possono causare mal di schiena.

Movimento e postura

Il mal di schiena può anche derivare da alcune attività quotidiane o da una cattiva postura:

  • Postura scorretta quando si usa un computer
  • torsione
  • Tosse o starnuti
  • Tensione muscolare
  • Trasporto di oggetti pesanti
  • Una guida prolungata.

Diagnosi

Un medico, di solito, è in grado di diagnosticare il mal di schiena dopo aver chiesto dei sintomi e di effettuare un esame obiettivo.

Una scansione di imaging e altri test possono essere richiesti se il mal di schiena sembra essere il risultato di una lesione: ci può essere una causa sottostante che necessita di trattamento se il dolore persiste per un lungo periodo.

Una scansione a raggi X, RM o TC può dare informazioni sullo stato dei tessuti molli nella parte posteriore.

I raggi X possono mostrare l’allineamento delle ossa e rilevare i segni di artrite o di ossa rotte, ma non possono rivelare danni nei muscoli, nel midollo spinale, nei nervi o nei dischi.

Le scansioni MRI o TC possono rivelare ernie discali o problemi con tessuti, tendini, nervi, legamenti, vasi sanguigni, muscoli e ossa.

Le scansioni ossee possono rilevare tumori ossei o fratture da compressione causate dall’osteoporosi. Una sostanza radioattiva o un tracciante viene iniettata in una vena. Il tracciante si raccoglie nelle ossa e aiuta il medico a rilevare i problemi ossei con l’ausilio di una telecamera speciale.

L’elettromiografia o EMG misura gli impulsi elettrici prodotti dai nervi in risposta ai muscoli. Ciò può confermare la compressione dei nervi, che può verificarsi con un’ernia del disco o una stenosi spinale.

Trattamento per il mal di schiena

Il mal di schiena, di solito, si risolve con il riposo e con qualche rimedo casalingo, ma a volte è necessario un trattamento medico.

Trattamenti casalinghi

I farmaci antidolorifici sono antiinfiammatori non steroidei, come l’ibuprofene, che possono alleviare il disagio. Anche l’applicazione di un impacco caldo o di un impacco di ghiaccio nell’area dolorosa può ridurre il dolore.

Riposare da un’attività faticosa può aiutare, ma spostarsi faciliterà la rigidità, ridurre il dolore e prevenire l’indebolimento dei muscoli.

In alternativa, è possibile optare anche per un correttore posturale magnetico, come Active Posture, un valido aiuto che permette di alleviare i fastidi del mal di schiena, ma anche il dolore alle spalle e al collo e che si può indossare tutti i giorni.

È regolabile e ti aiuterà ad assumere e mantenere una corretta posizione del corpo, al fine di sentire benefici immediati e tenere sotto controllo la postura al fine di non accusare ulteriori dolori derivati da attività scorrette.

Trattamento medico

Se i trattamenti domiciliari non alleviano il mal di schiena, un medico può raccomandare diversi farmaci, specifici per i malesseri derivati da questo fastidio o una terapia fisica mirata che si adatti alle esigenze del singolo paziente.

Terapie complementari

Le terapie complementari possono essere utilizzate a fianco di terapie convenzionali o da sole.

Chiropratica: un chiropratico tratta problemi articolari, muscolari e ossei. L’obiettivo principale è la colonna vertebrale. Un osteopata è specializzato nel trattamento dello scheletro e dei muscoli.

Osteopatia, shiatsu e agopuntura possono aiutare ad alleviare il mal di schiena, oltre a rilassare. A questi rimedi, possiamo aggiungere l’agopuntura, terapia di origine cinese che consiste nell’inserimento di aghi sottili e punti specifici nel corpo.

L’agopuntura può aiutare il corpo a rilasciare i suoi antidolorifici naturali – endorfine – oltre a stimolare il tessuto nervoso e muscolare.

Lo yoga è basato su pose, movimenti ed esercizi di respirazione specifici. Alcuni possono aiutare a rafforzare i muscoli della schiena e migliorare la postura. Bisogna fare attenzione che gli esercizi non peggiorino il dolore alla schiena.

Vedi anche: Active Posture

Guarda Anche

fermenti lattici

L’efficacia dei fermenti lattici

Per il benessere dell'intestino è fondamentale osservare una dieta ricca di fibre, cercando di limitare per quanto possibile cibi grassi ed elaborati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *